Binocoli

Il binocolo è uno strumento ottico che consente di “vedere lontano” con entrambi gli occhi. 
È costituito dall’accoppiamento di due cannocchiali, ovvero due gruppi ottici identici fissati parallelamente l’uno all’altro.

Questi possono essere a rifrazione (adatti per il teatro con ingrandimento fino a 3 volte) o prismatici osservazione naturalistica, viaggio, marina, ecc. con ingrandimenti superiori).

Nella parte anteriore, si trovano gli obiettivi che hanno il compito di raccogliere la luce proveniente dalla scena che si intende osservare, mentre in quella posteriore si trovano gli oculari che ingrandiscono l’immagine.
I prismi dei binocoli possono essere di Porro (le lenti degli obiettivi e quelle degli oculari non sono allineate tra loro) che consentono di avere un maggiore effetto stereoscopico, ma un ingombro superiore, o a tetto (obiettivi e oculari sono allineati tra loro) che, invece, permettono dimensioni e peso contenuti.

E’ opportuno scegliere il binocolo in funzione dell’utilizzo che se ne vuole fare. Di seguito forniamo alcune utili indicazioni:

Escursioni, alpinismo, trekking, viaggio
Per poter praticare senza problemi attività all’aria aperta è importante avere un binocolo performante, ma soprattutto compatto e funzionale, sia che si tratti di sport impegnativi che di uscite tra amici. È fondamentale, infatti, che il binocolo non sia ingombrante e mai troppo pesante perché potrebbe incidere negativamente e affaticare troppo. Idealmente, è preferibile scegliere uno strumento con obiettivi da 30-50 mm e tra i 7 e i 10 ingrandimenti, robusto con rivestimento gommoso contro gli urti accidentali e, preferibilmente, con il sistema fogproof che evita il formarsi di condense negli sbalzi repentini di temperatura.

Marina
Le attività legate al mare, come la vela e la navigazione, hanno bisogno di binocoli progettati per garantire una visibilità ottimale e affidabile e, al tempo stesso, una praticità di utilizzo specifica per le particolari sollecitazioni della barca.
In quest’ottica, quindi, è preferibile scegliere binocoli con obiettivi 40-50 mm e un ingrandimento a 7 volte, perché, con ingrandimenti superiori si presentano eccessive vibrazioni sull’immagine causate dal tremolio della mano o dal rollio dell’imbarcazione. È ideale, inoltre, preferire binocoli con un rivestimento robusto e gommoso, e soprattutto waterproof, fogproof e, preferibilmente, galleggianti.

Osservazioni naturalistiche
L’osservazione naturalistica è una delle attività che regala grandi soddisfazioni. Richiede, però, un’attrezzatura particolare e raffinata, in quanto sono richiesti ingrandimenti molto elevati, obiettivi luminosi e la possibilità di utilizzare il binocolo su un treppiede per evitare micro-mosso e tremolii che affaticherebbero la vista e impedirebbero l’attività di osservazione. Per questo, è consigliabile scegliere un binocolo con obiettivi uguale o superiore a 50 mm e un ingrandimento medio-alto, ovvero a partire da 8. E’ opportuno, inoltre, prediligere la presenza dell’attacco per il treppiede.

Teatro, spettacoli, eventi sportivi.
Per seguire una gara di atletica, una partita o per osservare con precisione le rappresentazioni degli attori sul palcoscenico è necessario dotarsi di binocoli discreti e maneggevoli, che abbiano, però, la capacità di produrre immagini nitide e un buon dettaglio. Nel caso di eventi sportivi, è sufficiente che sia pratico, leggero e con una linea informale, mentre per le opere teatrali o liriche è importante che anche l’aspetto estetico del binocolo sia in linea con il contesto culturale. Per questa tipologia di osservazioni, è preferibile scegliere, inoltre, ingrandimenti limitati.

È il numero di volte per il quale viene ingrandita l’immagine che si sta guardando, ovvero quante volte più vicina essa appare. Èrappresentato da una cifra seguita dal simbolo “x”: per esempio 10x si legge “dieciper” e significa che lo strumento produceun’immagine ingrandita di 10 volte rispetto a quella che si vede ad occhio nudo. Con ingrandimenti superiori a 10 è opportunoutilizzare il treppiede per eliminare il tremolio della mano.

L’angolo di campo è l’angolo di visione espresso in gradi. Più è ampio, più sarà agevole inquadrare ed individuare l’oggetto osservato.
Il valore associato al campo visivo indica quanti metri i sono visibili in larghezza a una distanza di 1000 metri. Questo parametro è direttamente legato al valore di angolo di campo.

È definita come la distanza tra i punti centrali delle pupille e varia da una persona all’altra. Il binocolo permette la regolazione della distanza tra i due oculari in modo da permetterne l’allineamento con gli occhi.

Prismi a tetto
Si tratta di uno schema ottico in cui la configurazione dei prismi permette di allineare le lenti degli obiettivi e quelle degli oculari. Questa soluzione consente di contenere le dimensioni del binocolo.

Prismi di Porro
In questo schema ottico, la configurazione dei prismi permette di aumentare la distanza tra i due obiettivi. Questa soluzione consente di ottenere un maggior effetto stereoscopico.

Normalmente sul binocolo sono riportati dei numeri che indicano l’ingrandimento e il diametro degli obiettivi. In particolare, per esempio, la scritta 8×42 significa che lo strumento ingrandisce 8 volte (8x) e il diametro degli obiettivi è di 42 mm.Inoltre a volte è riportato anche l’angolo di campo espresso in gradi, per esempio 8°, e il campo visivo, per esempio 142/1000. Quest’ultimo dato significa che sono visibili 142 m in larghezza ad una distanza di 1000 m.

No, non è possibile osservare il sole direttamente con il binocolo pena l’irrimediabile danneggiamento della retina. È possibile osservare il sole applicando agli obiettivi del binocolo degli appositi filtri (opzionali) che permettono di ridurre sensibilmente la quantità di luce che arriva all’occhio.

GLOSSARIO

Ingrandimento

È il numero di volte per il quale viene ingrandita l’immagine che si sta guardando, ovvero quante volte più vicina essa appare. È rappresentato da una cifra seguita dal simbolo “x”: per esempio 10x si legge “dieciper” e significa che lo strumento produce un’immagine ingrandita di 10 volte rispetto a quella che si vede ad occhio nudo. Con ingrandimenti superiori a 10 è opportuno utilizzare il treppiede per eliminare il tremolio della mano.

Diametro (Ø)
Dopo l’ingrandimento, è la seconda cifra che compare nelle indicazioni sul binocolo e rappresenta la misura, espressa in millimetri, del diametro della lente dell’obiettivo. Più grande è il diametro, maggiore sarà la quantità di luce che entrerà nell’obiettivo migliorando la luminosità e la definizione dell’immagine prodotta.

Angolo di campo
È l’angolo di visione espresso in gradi. Più è ampio, più sarà agevole inquadrare ed individuare l’oggetto osservato.

Campo visivo
Il valore associato al campo visivo indica quanti metri sono visibili in larghezza a una distanza di 1000 metri. Questo parametro è direttamente legato al valore di angolo di campo.

Grandangolare (WW)
Questo valore indica un campo visivo ultra largo. In termini tecnici si è in presenza di grandangolo.

Zoom
Indica la possibilità di variare l’ingrandimento prodotto dal binocolo modificando la distanza delle lenti che compongono l’oculare.

Valore crepuscolare
È un parametro che indica la resa del binocolo in condizioni di luce debole. È calcolabile applicando la seguente formula:

Matematicamente un valore crepuscolare più elevato corrisponde a una maggiore resa e permette un confronto tra i tipi di binocoli (8×30, 8×40, 7×50 ecc). Tuttavia è un valore che non tiene conto della qualità delle lenti, dei prismi e dei trattamenti.

Distanza interpupillare
È definita come la distanza tra i punti centrali delle pupille e varia da una persona all’altra. Il binocolo permette la regolazione della distanza tra i due oculari in modo da permetterne l’allineamento con gli occhi.

Pupilla d’uscita
È il diametro in millimetri del fascio di lauce che colpisce l’occhio, un parametro particolarmente rilevante per osservazioni in condizioni di scarsa luminosità.

Estrazione pupillare
È la distanza a cui deve essere collocato il binocolo rispetto agli occhi per osservare in modo confortevole. Un’estrazione pupillare elevata (Long Eye Relief) è particolarmente favorevole per i portatori di occhiali.

BK-7 e BAK-4
Queste sigle indicano il tipo di materiale e la lavorazione dei prismi. Sono queste, infatti, le caratteristiche che influiscono sulla qualità finale dell’immagine.
Quelli che offrono le prestazioni migliori sono i prismi BAK 4.

Trattamento lenti
Si intendono strati di particolari sostanze applicate sulle superfici delle lenti e dei prismi che riducono i riflessi indesiderati.

Ultra Blue System: trattamento che, con i suoi 12 strati bloccanti, protegge gli occhi dai raggi U.V. e dalle radiazioni nocive e permette una visione confortevole con immagini nitide e brillanti.

Super Red System: Trattamento rosso rubino a 15 strati che elimina l’effetto nocivo dei raggi U.V. garantendo la massima protezione dalla luce eccessiva.

Multi Green System: trattamento a 12 strati che dà una colorazione verde-viola alle lenti e consente la visione anche in condizioni di scarsa luce.

Oculari rovesciabili o rientranti
La possibilità di rovesciare o far rientrare le conchiglie degli oculari consente l’utilizzo del binocolo indossando
gli occhiali.

Rivestimento in gomma
Il rivestimento in gomma protegge i binocoli da urti e graffi durante l’uso, aumenta la stabilità dell’impugnatura e facilita la pulizia dello strumento dopo l’uso.

Impugnatura ergonomica antiscivolo
Questa caratteristica aumenta il comfort e la stabilità della presa del binocolo.

Impermeabile/antiappannamento
I binocoli impermeabili (waterproof) sono protetti contro le infiltrazioni d’acqua. L’interno è riempito con azoto per evitare condense (fogproof) ed ossidazioni. Grazie a questa caratteristica le superfici ottiche non si appanneranno in presenza di repentine variazioni di temperatura o d’umidità.

Galleggiante
Questa prerogativa permette di recuperare il binocolo in caso di caduta accidentale in mare.

Bussola
Consente l’orientamento in mare o durante un’escursione.

Ghiera determinazione distanze
Con l’aiuto di questa ghiera sarà possibile determinare la distanza da un oggetto di cui si conosce l’altezza.

Non hai trovato fra le nostre risposte quella che risolve alla tua domanda?

Compila il modulo di richiesta qui a fianco.