Microscopi

Il microscopio è uno strumento che consente di risolvere e ingrandire oggetti di piccole dimensioni per permetterne l’osservazione, l’analisi e lo studio. Si possono distinguere due categorie di microscopi ottici: il biologico e lo stereoscopico. Il microscopio biologico è caratterizzato da un elevato potere di ingrandimento (fino a 1600x) ed è usato per analizzare vetrini preparati, organi o sezioni di tessuti. L’illuminazione a luce trasmessa deve attraversare il preparato per renderlo osservabile.
Normalmente sono dotati di testata monoculare o binoculare e nei modelli di puntatrinoculare (in questo caso per l’installazione di una foto-videocamera). Il microscopio biologico si differenzia dal microscopio stereoscopico in quanto il primo si utilizza per forti ingrandimenti (da 100x a 1600x) di oggetti in trasparenza, mentre il secondo a bassi ingrandimenti (circa 40x) per osservazione di oggetti tridimensionali con luce incidente. E’ composto da due microscopi accoppiati. Di seguito indichiamo alcuni campi di utilizzo: gemmologia, numismatica, filatelia, botanica, mineralogia, industria.

L’ingrandimento è dato dalla moltiplicazione della focale dell’oculare per la focale dell’obiettivo.

Al tavolo porta preparati è possibile applicare il tavolo traslatore, che permette di effettuare movimenti micrometrici ed ortogonali al vetrino.

Per completare la dotazione del microscopio è disponibile una gamma di accessori opzionali: Kit per sezionare – vetrini preparati e da preparare – copri vetrini – coloranti e fissanti – contagocce – pinzetta etc.

Siamo a tua disposizione per qualsiasi necessità!

Spiegaci ciò di cui hai bisogno